Devi attivare JavaScript sul tuo browser per visualizzare corettamente questo sito
La prova per Theatrum Mundi a Lecce - Uozap

Live streaming per eventi culturali

 
Europe/Rome
Stai visualizzando il sito in Italiano. Clicca qui se vuoi vederlo in Deutch.

La prova per Theatrum Mundi a Lecce

La prova per Theatrum Mundi a Lecce

Evento

Mappa

Luogo

Descrizione

Sabato 21 gennaio (ore 21 - ingresso gratuito su prenotazione) Astràgali Teatro in via Candido a Lecce ospita la serata finale della prima residenza del progetto internazionale Theatrum Mundi. Un viaggio attraverso le performing arts d’Europa a cura della compagnia salentina. Appuntamento con "La Prova", presentazione dei primi materiali del nuovo spettacolo diretto da Fabio Tolledi. Una compagnia di girovaghi cerca di metter in scena una Commedia Classica: Anfitrione di Plauto. Ma niente funziona. Il teatro non si trova. Gli attori non arrivano. È un varietà del secolo scorso. Una commedia degli equivoci di due secoli fa. O è una vicenda di più di duemila anni fa. In ogni caso la domanda è sempre identica: qual è la verità? Che cosa è falso? I generi si confondono: commedia o spy story? Dramma sentimentale o musical? Farsa o tragedia? melodramma o storytelling? Teatranti di provincia inadeguati per un pubblico così colto e internazionale come quello salentino. Chi ama Alcmena? Chi crede, ancora, al teatro? In scena gli attori Onur Uysal (Turchia), Peter Gaidarov (Bulgaria), Hamado Jean-Baptiste Tiemtoré (Burkina Faso), Raphael Rodan (Olanda/Israele), Vita Mahalova (Lettonia), Clara Schwartzenberg, Aude Lorrillard e Laura Lutard (Francia), Patrick Bergamo (Scozia/Italia), Prodromos Mezopoulos e Evangelos Zapantiotis (Grecia), Lenia Gadaleta, Simonetta Rotundo e Roberta Quarta (Astràgali) al lavoro in queste settimane (dal 3 gennaio) con gli esperti Dominique Dolmieu (regista del Théatre de Syldavie e direttore della Maison d’Europe et d’Orient, Francia), Takis Tzamargias (docente di teatro presso l’Università di Atene e regista teatrale), Enrico Pitozzi (docente DAMS a Bologna e IUAV a Venezia), Roberto Tessari (docente DAMS Università di Torino).

Il progetto Theatrum Mundi - unico finanziato nel Sud Italia nell’ambito di Creative Europe, programma dell'Unione Europea per i settori culturali - proseguirà sino a settembre con masterclass, incontri, eventi, attività di ricerca, promozione e formazione del pubblico per studiare il rapporto tra le tradizioni teatrali e la loro ridefinizione nell’ambito dei nuovi contesti contemporanei e si concluderà con la messa in scena dello spettacolo. Theatrum Mundi è realizzato in partnership con l’Università Iuav di Venezia, la National and Kapodistrian University di Atene, il Theatro tsi Zakynthos di Zante, la Fondazione olandese DW-RS, l'associazione francese "Maison d’Europe et d’Orient", il Centro Italiano dell'International Theatre Institute dell'Unesco e il network Xenia. Dopo Lecce il progetto si sposterà infatti ad Atene, Amsterdam, Parigi per tornare nel Salento a settembre per la residenza finale, una conferenza internazionale sui risultati della ricerca e delle attività, la presentazione della pubblicazione che raccoglierà i risultati della ricerca e la messa in scena dello spettacolo organizzata in collaborazione con la rete promozionale Xenia. Il lavoro in residenza è rivolto, infatti, alla preparazione di una produzione multilingue. Il plurilinguismo è uno strumento molto importante per esprimere il potenziale sincretico della diversità, dei processi di scambio, della ricchezza poetica delle lingue, espressione di memorie e culture interconnesse. L’attività di ricerca è condotta invece dal gruppo di lavoro scientifico coordinato dall’Università di Venezia e dall’Art and Speech Lab dell'Università di Atene, che raccoglierà materiali sulle diverse tradizioni e sulla loro attuale reinterpretazione. Il progetto sarà seguito attraverso una piattaforma multimediale progettata e realizzata da MultiMedia Lab- MeLa dell’Università di Venezia e confluirà in un video documentario con tutte le tappe.